English Español Français Deutsch Italiano Český Polski Русский Română Українська Português Eesti 中文

Conoscere Dio al giorno d'oggi, sviluppo e significato della vita.
Metodologia dello Sviluppo Spirituale.

 
Amore a Dio
 

L’Insegnamento originale di Gesù Cristo/Amore a Dio


Amore a Dio

Il principio etico essenziale delle proprie relazioni con Dio deve essere l’amore per Lui. “Ama il tuo Dio!…” — questo precetto del vecchio testamento è elevato da Gesù come il più importante nel Suo Insegnamento (Marco, 12:28-34).

L’amore per Dio comprende attrazione a Lui: un desiderio d’incontro, contatto, Unione. L’Unione con il Padre Celeste è la più alta e ultima Meta. Senza amore e attrazione per Lui non si può raggiungere.

… Ma sarebbe sbagliato se ognuno iniziasse a pretendere dall’altro: “Ama Dio! Ama Dio!” e recitasse preghiere e si prostrasse tutto il giorno. Questa sarebbe un’assurdità.

In ogni modo, ci sono persone che si comportano esattamente così.

Abbiamo già discusso del fatto che solo i cercatori intellettualmente ed eticamente maturi sono capaci di avere completa cognizione di Dio-Padre. Il compito del resto della gente è di sforzarsi coscientemente di raggiungere questa maturità, ricevendo educazione, lavorando per il bene di Dio e della Gente, imparando ad amare essi ed ogni altra cosa.

Inoltre, Dio può essere conosciuto solo attraverso il lavoro meditativo; ma se si coinvolgono in esso persone immature, queste lo trasformano in un gioco infantile, che può portare a rozze perversioni etiche. E questo può anche sfociare in psicopatologie.

Osservazioni pratiche dimostrano che è meglio tenere molte persone lontane dallo zelo religioso: tanto loro non possono fare alcunché di buono in quel campo. Per esempio, in Russia al momento ci sono molti gruppi e comunità pseudo-religiose dove le vedute mondiali della gente sono mescolate con urinoterapia (bere l’urina), fascismo e astrologia; oltre a ciò, essi hanno icone ortodosse in casa, dipingono le uova per Pasqua, e si considerano cristiani. E se tali persone sono coinvolte in spiritismo o stabiliscono “contatti telepatici” con “rappresentanti di civiltà extraterrestri” e dopo di ciò danno sfogo al timore mistico (che è abbastanza comune in tali casi), allora nemmeno gli psichiatri sono più capaci che aiutarli.

L’altro tipico modo di sviluppare la schizofrenia in Russia è la situazione in cui persone incapaci di capire alcunché di serio riguardo a Dio, s’immergono in ambienti religiosi primitivi dai quali prendono solo idee del mondo pieno di demoni, vampiri, stregoni, “zombi”… ‚ molto meglio per loro rimanere atei piuttosto che accettare tale “fede”!

Nessuno spiegò a questi poveretti che cosa è Dio, dove trovarlo, cosa c’insegna, e cosa si dovrebbe fare a riguardo. E questo si deve indagare di Lui, e non di demoni o diavoli, perché si attira con la propria attenzione quello cui si pensa.

Quindi, se Dio c’è, che cosa si dovrebbe fare?

Primo, cercare almeno di ricordarsi della Sua esistenza, di percepirlo come la propria Meta (inizialmente la Meta della sola ricerca intellettuale).

Secondo, sforzarsi di perfezionarsi per compiere la Sua volontà (“… Siate perfetti, come anche il vostro Padre nei Cieli è perfetto” [Matteo, 5:48]). Questo include, prima di tutto

a) sviluppo intellettuale di se stessi con ogni possibile mezzo,

b) trasformazione etica di se stessi attraverso lo studio della Sua volontà per noi, promuovendo le qualità positive in noi stessi e lottando con quelle negative, e anche attraverso il servizio alle altre persone: aiutandole in tutte le cose buone, cercando di facilitare le loro vite terrene e la crescita spirituale.

In particolare, aiutando gli altri ci perfezioniamo perché impariamo Amore, Saggezza e Potenza sotto la guida di Dio — questi sono i tre aspetti principali della perfezione. Questo processo può avere più probabilità di successo se chiediamo a Dio di aiutarci in questo servizio, e diamo retta a Suoi consigli e alle Sue istruzioni, che possono arrivare a noi in forma di rivelazioni, sogni, azioni, e avvertimenti datici da Lui attraverso altre persone o libri…

Ma cosa dovremmo fare se non abbiamo amore per Lui, ma vorremmo averlo? … Se qualcuno non può vedere o avere esperienza di Dio, allora è difficile innamorarsene, e per molte persone è addirittura impossibile nell’immediato futuro… Per questo Gesù suggerì: prima imparate ad amarvi gli uni gli altri, sviluppate la vostra capacità d’amare attraverso questo.

L’Amore è un’emozione. Un’emozione è uno stato di coscienza.

L’Amore è anche lo stato della coscienza di Dio…

Rabbia e irritazione sono state degli abitanti dell’inferno. Al contrario, se abbiamo amore, esso ci può portare a Dio. Cosa allora dovremmo sviluppare in noi stessi?

<<< >>>
L’Insegnamento originale di Gesù Cristo
Buy from Amazon
 
Pagina principaleLibriArticoliFilm spiritualiLe fotoScreensaversI nostri sitiCollegamentiSu di noiContatto